Cosa succede se non ho la dichiarazione di conformità?

Le conseguenze di non avere la dichiarazione di conformità (DICO) dipendono dal tipo di impianto o prodotto a cui si fa riferimento.
In generale, la mancanza della DICO può comportare:

1. Sanzioni amministrative:

  • Multe da 516 a 3098 euro per impianti elettrici (DM 37/2008).
  • Sanzioni fino a 16.000 euro per impianti a gas (DM 37/2008).
  • Impedimento all’allaccio o allacciamento irregolare alle utenze (elettricità, gas, acqua).

2. Impossibilità di vendere o affittare l’immobile:

  • La DICO è un documento obbligatorio per la vendita o l’affitto di un immobile con impianto elettrico o a gas.
  • La sua mancanza può impedire la stipula del rogito notarile o del contratto di locazione.

3. Mancanza di copertura assicurativa:

  • In caso di incendio o incidente, l’assicurazione potrebbe non risarcire i danni se l’impianto non è a norma e non si possiede la DICO.

4. Rischi per la sicurezza:

  • Un impianto non conforme alle normative vigenti può essere pericoloso per la sicurezza delle persone e degli animali.
  • La mancanza della DICO rende difficile la rintracciabilità dei materiali utilizzati e delle loro caratteristiche, ostacolando eventuali interventi di manutenzione o riparazione.

Cosa fare se non si ha la DICO:

  • Contattare un installatore qualificato:
    • Un elettricista o un idraulico abilitato possono verificare la conformità dell’impianto e rilasciare la DICO.
    • In caso di difformità, l’installatore provvederà a eseguire i lavori necessari per regolarizzare l’impianto.
  • Richiedere la DICO al Comune:
    • In alcuni casi, è possibile richiedere la DICO al Comune di residenza.
    • Il Comune provvederà a effettuare un sopralluogo e a rilasciare la DICO se l’impianto è conforme alle normative.

Per evitare questi problemi, è consigliabile assicurarsi di ottenere la dichiarazione di conformità dell’impianto e di conservarla accuratamente.
Nel caso in cui non si disponga di questo documento, è consigliabile contattare un professionista qualificato per valutare la situazione e, se necessario, adottare le misure correttive richieste per conformarsi alle normative vigenti.